Grandissima?

Il giudizio non sarebbe forse eccessivo, ma nell’esprimerlo avvertirei un senso di disagio, come quando si dice, sapendolo, qualcosa di inesatto, di improprio. Le sue pochissime registrazioni non mi hanno mai comunicato il senso della grandezza, ma mi hanno sempre commosso per la loro poesia. La tragedia che spezzò troppo presto la sua vita tolse dalla storia dell’interpretazione del repertorio violinistico un’artista che mi rammarico di non aver potuto ascoltare di persona. Ricordo però la radio italiana, che trasmetteva la notizia della morte del grandissimo (lui sì) pugile Marcel Cerdan, accennando appena al fatto che, sullo stesso aereo, viaggiava anche “una nota violinista francese”. Ascoltatela.

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.